Scarti alimentari e organici

Bidone marrone

Inserite il sacchetto di carta o in materiale biodegradabile nell’apposito sotto lavello. Prima di essere conferiti, i rifiuti organici vanno ben sgocciolati. Il sacchetto va gettato nel bidone condominiale per gli scarti alimentari e organici o nel bidone per le utenze singole.e utenze singole.

scarti di cibo, di frutta e verdura, alimenti avariati, gusci d’uovo, fondi di caffè e filtri di tè, pane, foglie e fiori recisi in piccole quantità, carta assorbente, tovaglioli, salviette e fazzoletti di carta, tappi di sughero, cenere di legna.

tutto quello che non è di origine vegetale o animale, ed in particolare le confezioni degli alimenti: vaschette, barattoli, retine, buste, cellophane, ecc., piatti e bicchieri di plastica. In particolare vanno esclusi i rifiuti liquidi.

Imballaggi in plastica

Sacchi semitrasparenti

bottiglie, vasetti e barattoli di plastica, flaconi di detergenti, detersivi e shampoo, buste e sacchetti di plastici, involucri, film e pellicole, vasi per piante, cassette per frutta, reti per frutta e verdura, piatti e bicchieri di plastica.

oggetti in plastica e gomma (giocattoli, grucce per abiti, posate in plastica, penne pennarelli, spazzolini, cassette e DVD

Imballaggi in vetro

Bidone o campana verde

bottiglie, vasetti, barattoli e contenitori in genere di vetro

lastre di vetro, lampadine, ceramica e piatti

Imballaggi in metallo

IMPORTANTE: secondo le disposizioni dei vari comuni, i contenitori in metallo potranno essere conferiti insieme ai contenitori in vetro o insieme a quelli in plastica.

lattine per bevande (barattoli, lattine e banda stagnata), vaschette e fogli di alluminio puliti, scatolame di metallo per alimenti, tappi a vite e a corona di metallo, bombolette spray, coperchi di metallo.

ceramica e porcellana, lampadine e lampade al neon, piatti, bicchieri e posate di plastica, contenitori per solventi e vernici etichettati T e/o F (tossici e/o infiammabili), plastica, metallo diversi dai contenitori (giocattoli, apparecchiature elettriche, lastre di vetro, ecc.), bombolette spray contenente prodotti pericolosi, tossici, infiammabili o corrosivi

Carta e cartone

Bidone bianco

imballaggi di carta, cartone e cartoncino, libri, giornali, riviste, fogli e quaderni, depliant, volantini, manifesti, cartoni per bevande.
Piegate e riducete il volume dei cartoni. Togliete eventuali involucri o sacchetti di plastica. Sciacquate e schiacciate i cartoni per bevande.

carta o cartone sporchi di cibo o di altre sostanze, carta oleata o plastificata, piatti e bicchieri di plastica, buste o sacchetti di plastica.

Materiali non riciclabili

Sacco grigio

tutti i materiali non riciclabili, per es. carta oleata o plastificata, plastiche non aventi funzione di imballaggio: giocattoli, piatti, bicchieri e posate, pannolini e assorbenti, CD, musicassette, DVD, VHS, lampadine a incandescenza, penne e pennarelli, sacchi per aspirapolvere, spazzolini, collant, rasoi in plastica.
Riducete il più possibile il volume dei rifiuti.
Raccogliete i rifiuti in un sacchetto ben chiuso.

materiali riciclabili (scarti alimentari, vetro, plastica, metallo, carta), sostanze liquide, materiali impropri o pericolosi, pile scariche e batterie d’auto, sostanze tossiche, calcinacci, pneumatici, rifiuti ingombranti, anche se smontati.

Altri rifiuti

Alcuni rifiuti vanno trattati diversamente dagli altri, per es. quelli pericolosi o tossici. Ecco dove devono essere conferiti.

Pile scariche: negli appositi contenitori vicino alle scuole e davanti ad alcuni negozi (tabaccherie, ferramenta ed esercizi commerciali del settore elettronico.
Farmaci scaduti: nei contenitori davanti le farmacie e le ASL.
Consumabili da stampa: cartucce di toner, nastri stampanti, unità tamburo per fotocopiatrici, ecc. presso i Centri di Raccolta.
Batterie auto al piombo: vanno smaltite dall’officina che effettua la sostituzione. In caso di riparazioni fai da te vanno portate ai Centri di Raccolta.
Indumenti usati e accessori di abbigliamento: nei contenitori stradali.
Neon, lampade e lampadine: negli appositi contenitori pressoil Centro di Raccolta

Centro di raccolta

Il Centro di Raccolta è un’area recintata, attrezzato e presidiata dove i cittadini nell’orario di apertura al pubblico, possono conferire gratuitamente i rifiuti in modo differenziato.

Cosa si può portare al Centro di Raccolta:

  • grandi elettrodomestici (lavatrici, lavastoviglie, congelatori, cucine, frigoriferi, computer, televisori, ecc.)
  • piccoli elettrodomestici (phon, ferri da stiro, tostapane, fornetti, carica batterie, alimentatori, telefoni cellulari)
  • lampade al neon e a risparmio energetico
  • batterie al piombo (batterie esauste di auto e moto)
  • detriti risultanti da piccoli lavori domestici, sanitari (lavabo, WC, vasche da bagno, ecc.)
  • sfalci, foglie e potature
  • carta, cartone, imballaggi in plastica e alluminio, vetro
  • rifiuti urbani ingombranti (mobili, tavoli, librerie, comò, comodini, armadi, materassi, reti da letto, poltrone, divani ecc.)

In queste aree i materiali vengono raccolti separatamente e avviati al recupero.